lunedì 29 settembre 2014

scheletri nell'armadio



Peso: 71,5 kg

Sono riuscita a rimettermi dei jeans che non mettevo da febbraio e ne sono molto contenta perché a) li ho comprati da Trussardi e li ho pagati decisamente troppo per un paio di jeans ma mi facevano un gran bel sedere ed erano esattamente come li volevo io: stretti in fondo, a vita alta, di un blu intenso senza strappi, sbiaditure e scritte e b) sono l’unico paio di jeans che ho (e l’unico paio di jeans che ho comprato negli ultimi sei anni!) perché di solito preferisco indossare pantaloni più “classici” ma questi, come dicevo, mi sono piaciuti troppo e ho dovuto comprarli.
Li ho provati questa mattina perché mi vedevo la pancia particolarmente piatta (nonostante il peso si sia bloccato su 71,5 da qualche giorno) e i fatti mi hanno dato ragione. I jeans di Trussardi sono solo il primo di una lunga serie di Scheletri nell’Armadio che va dal vestito della mia festa di laurea, nero, corto, taglia 42, a quello di Capodanno di due anni fa, verde bottiglia con dettagli in pizzo nero, taglia 40, ad un bel cappotto color cammello (anche quello pagato un occhio della testa e portato una solo stagione), taglia 40, a degli shorts in lanetta a quadri comprati su consiglio del mio fidanzato ed indossati una sola sera, quando ero scesa a 57 kg nel novembre 2012, e ancora un abito di Missoni taglia 38 e magari degli shorts grigi, cimelio del liceo, che forse non metterei più ma che vorrei riuscire a rindossare solo per sapere di avere di nuovo le gambe magre come in questa foto:
 Sono un’accumulatrice seriale di memorie del mio periodo magro. Anche se non vorrei mai più tornare a vivere come allora, non sono mai riuscita a buttare i vestiti comprati da Zara Kids nella primavera 2009. Aveva il suo lato positivo, perché non dovevo mai far accorciare i pantaloni, cosa che di tanto in tanto invece mi tocca dato che sono una nanetta (la mia carta d’identità dice 162 cm ma ho abbondato un po’, diciamo.)
Comunque una buona metà delle cose che ho nell’armadio non mi vanno. Alcune sono troppo larghe, altre – molte – sono troppo strette. Ogni tanto mia madre si lamenta perché la quantità sterminata di cose stipate là dentro fa sì che i vestiti ne escano sempre stropicciati ma, sarà che sono una nostalgica, non ce la faccio proprio a disfarmi dei miei vestiti.
Da circa un anno alla mia indole da accumulatrice di ricordi si è aggiunto questo passatempo malato: ogni tanto apro l’armadio e mi provo tutti i vestiti che ho elencato prima, più altri ancora che sarebbe troppo lungo elencare, e cerco di indovinare quanto poco mi andranno: se non saliranno neppure dalle cosce, se non si chiuderanno sui fianchi, se mi entreranno ma mi faranno sembrare un insaccato, cose così.
Ora da qualche giorno mi fluttua in testa quest’idea: buttare davvero via tutto. O almeno le cose più vecchie, più strette, quelle che oggettivamente non potrebbero (e non dovrebbero) entrarmi mai più. Prendere un grosso sacco e portare tutto alla Caritas.
Ditemi che qualcuna di voi condivide questa fissa con me, per la solita pallida consolazione del malcomunemezzogaudio.
Buona settimana a tutte!

24 commenti:

  1. O si che tengo tutti i miei vestiti! E non sono neppure di marca molti quindi non ho neanche la scusa del "li ho pagati molto", ho dei jeans che sono proprio rotti in mezzo alla gambe (ho le cosce che strofinano e hanno lesionato il tessuto) che non metterei neanche se nuovi xke sono un po' a zampa eppure li tengo, sono di un bel periodo divertente della mia vita.. Come tante magliette da ragazzina che non metterei mai anche se mi stanno, ma non so mi dispiace troppo buttare i miei vestiti.. Mi ci lego, li collego a quel determinato evento/periodo, mi ricordo di quanto mi piaceva quando l'ho preso, quanto l'ho usato, cose così...
    Una volta due l'anno svuoto e sistemo l' armadio e qualcosa mi sforzo di buttarlo, anche se prima l'ho lasciato "macerare" nel ripiano più in alto dell'armadio xD
    Ma ti dirò che molti lo fanno, chi x pigrizia chi x motivi sentimentali.. Non ti sentire troppo strana ecco.. ;)
    Io ho un paio di jeans bianchi che avevo preso a 14 anni, di marca, stretti taglia 40 e stra a zampa sotto (all'epoca andava molto) che mi piacevano un sacco e quando li mettevo lo trattavo come fossero d'oro, che tutt'ora conservo ben piegati come il pezzo che non potrò mai buttare e che mi piacerebbe poter rientrarci, ovviamente non x uscirci ma x vedere che ci entro, x ora si chiudono ma stile"salame" haahahahah xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah, anche io ho ancora dei pantaloni a zampa di elefante delle scuole medie oppure quelli con la vita bassissima che mettevo nei primi anni del liceo e quando li rivedo ora mi chiedo come potessi essere così tamarra! ;)

      Elimina
  2. Io pure tengo di tutto, dalla maglia porta fortuna con cui facevo gli esami all'università, ai jeans ricordo di un solo giorno, a cose mai messe...una volta ogni X anni ripulisco un po' e butto delle cose ma altre le tengo,e non lo faccio solo coi vestiti ma anche cone agende, con le collane da due soldi comprate sulla spiaggia e rotte, con i trucchi finito ma che mi ricordano qualcosa...insomma se non ci fosse il mio fidanzato che ogni tanto mi obbliga a buttare della roba finirei come quelli del programma "sepolti in casa" ahahahah!
    Sono contenta per i jeans rientrati:)
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, anche io conservo anche le agende e le cartoline che mi spedivano i compagni delle elementari, i braccialetti portafortuna dei tizi fuori dall'università...di tutto! E poi anche io ho un amuleto per gli esami, una collana di perle che era di mia nonna è che anche mia mamma usava come portafortuna! :)

      Elimina
  3. Yeahhhh :) sono contenta che ti siano rientrati! Stai andando bene, eh? :P

    Io invece faccio spesso "pulizia" nel mio guardaroba, eliminando ciò che non mi piace più! Però, considerando che mi sta ancora praticamente tutto, ho ancora dei capi di quando ero bambina ahahah e li metto :) mi ricordo che quando ero alla medie mi ero messa un completino di gonna e top che in realtà era tipo taglia tre anni (infatti ho una mia foto all'asilo con quel completo) e mia nonna mi aveva detto che sembravo una puttana ahahah a me piaceva e poi faceva caldo e io sono sempre mezza nuda quando fa caldo xD poi alle medie io ero veramente ancora una bambina -.- infatti piangevo sempre perché "sembravo piccola" xD ma questa è un'altra storia xD

    Fossi in te butterei qualcosa... È un ottima scusa per comprare cose nuove ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che alla grigliata di classe del penultimo anno di liceo mi ero messa il vestito della prima comunione? Ahahah, era un vestitino a fiori con dei volant che mi aveva fatto mia nonna, sui toni del rosa e del cipria, mi piaceva un sacco e mi entrava ancora! :)
      Un bacio!

      Elimina
  4. Non sei la sola a provarti e riprovarti i vestiti e anch io non ho il coraggio di buttarli sono un po' come una sorta di trofeo(Da riconquistare)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, un trofeo da riconquistare. Anche se alcune cose penso che non le rimetterei neanche per uscire, se non per la soddisfazione di dire "questo ce l'ho dalle scuole medie!"
      :)

      Elimina
  5. Io non ci riesco. Ho buttato quasi tutti i miei vestiti che mi stavano larghi oppure li stringo in vita per indossarli solo in casa.. anche se nel giro di una settimana mi tornano a stare larghissimi. Odio vedere i vestiti enormi che indossavo prima e quindi compro sempre vestiti nuovi, a poco prezzo tra le bancarelle di marca ormai fuori moda o nei negozi in pieno saldo. Gli unici che ho salvato sono solo i jeans enormi da hip hop. Non li provo mai, né tanto meno l'indosso ma sapere di averli là nell'armadio mi rassicura. Ci sono affezionata perché forse mi ricordo quanto libera mi sentissi. Se potessi tornare a 16 sarei felice del mio corpo ciccione... anche se già il disturbo in sé mi ingoiava per intero.
    Quei pantaloncini sono fantastici. Io non riesco però a spendere più di 30€ a capo D: I miei jeans e scarpe mi sono costati su per giù su quel prezzo. Invece le gonne e magliette tra le 2€ ai 15€ Ok... sono tipo H&M, Zara, Terranova o Telly Weil... ma ci faccio il suo spettacolo x'D
    Eh boh... ti ho lasciato un papiro di commento D:

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quelli più larghi anche io di solito li faccio sparire, li regalo a mia zia o ad amiche più ciccione per motivarmi a non ingrassare più!
      Comunque anche io compro tante cose da Zara, solo che i pantaloni per esempio si sformano in frettissima e quando ero magra anche se compravo la loro 34 nel giro di due volte che li mettevo erano larghissimi!

      Elimina
  6. Faccio molta fatica a buttare le cose, vestiti compresi.
    Ho un paio di pantaloncini taglia 38 presi alle medie che spuntano fuori periodicamente: li provo, constato che non mi si chiude la cerniera e penso che dovrei regalarli a una mia amica magrina che in passato m'ha regalato un cappotto nuovo di sua sorella. E poi li tengo. Pensando: "magari un giorno mi serviranno..." come no. Viceversa, la maggioranza di vestiti che colleziono (non uso né butto via) sono di taglie più grandi: 44 o 46 che mi cascano di dosso...e sì, ogni tanto ho fatto questo gioco malato di riprovarmeli per vedere quanto sono più magra.
    Ultimamente però ne esco sempre sconfitta: mi dà un forte disagio ripensare a com'era il mio corpo allora, vedere foto o provare vestiti. Come se a quei tempi avessi fatto qualcosa di male. Vorrei anch'io sbarazzarmene, ma rimane anche in questo caso il tarlo spaventoso del "magari un giorno mi serviranno di nuovo"...
    Trovo però splendida questa idea di staccarsi dal passato, di accettare che certe cose non dovrebbero più andarci bene e farsene una ragione. Ti sostengo con tutto il cuore. Fai sapere se almeno tu ci riesci a buttare il malloppo :) un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche provare i vestiti più grandi, in effetti, ha il suo fascino,'anche se è molto più difficile constatare il dimagrimento, soprattutto perché io allo specchio mi vedo identica da sei anni. Il che significa che quando pesavo quaranta chili e quando ne pesavo ottanta mi vedevo allo stesso modo. Assurdo, ma è così.

      Elimina
  7. Io invece mi sono sbarazzata subito dei vestiti che mi stavano grandi, un po' come un monito per non tornare più così. Invece continuo a tenere quei vestiti che non metto mai ma che dispiace buttare e in particolare quelli presi in posti speciali come la mia maglia di dsneyland con disegnata la fidanzata di stitch :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di quelli più laghi mi sbarazzo più facilmente anche io, lo trovo abbastanza motivante, ma ne conservo qualcuno in caso di emergenza anche perché io quando sono grassa non riesco ad andare a comprare vestiti! :)

      Elimina
  8. Ahahhaha.
    Mi viene amaramente da ridere leggendo questo post.
    Sia per il titolo, che trovo azzeccatissimo, sia per tutto il post che è come fosse mio.
    Scheletri nell'armadio.
    Stesse firme. Molti più vestiti. Fino non troppo fa facevo l'indossatrice con un moroso invischiato fino al collo nella moda. E quindi il mio armadio straripa di cavalli, max mara, ferragamo, alberta ferretti e compagnia. Questi sono i miei scheletri con taglie da scheletro. Li so tutti a memoria, so quando li ho messi l'ultima volta, so il peso che avevo quando li indossavo. è incredibile. Non ricordo che golf avevo ieri e ricordo il peso di quando indossavo un vestito.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddio, anche io ho questa memoria insana! Ogni tanto apro l'armadio e visualizzo l'ultima occasione in cui ho messo una certa cosa, mi ricordo il peso preciso (e quando ho dei dubbi vado a controllare sulle mie agende, archivio dei pesi dal 2008 ad oggi!) e penso a come mi sentivo con quel vestito, se mi facesse sentire bella è magra o se comunque mi vedessi un botolo di ciccia, anche con la 38!
      Un bacio!

      Elimina
  9. Anche io ho questa fissa di accumulare e provarmi tutto.. Da poco ho deciso che ciò che mi sta grande deve andare via, così ho tolto tantissima roba, ma non ho avuto il coraggio di buttarli o regalarli, per cui li ho semplicemente spostati.
    Complimenti per il traguardo dei jeans ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io prima di darli via li tengo in grosse scatole nella cabina armadio così come una sorta di test, per vedere se possa farne davvero a meno! :)

      Elimina
  10. Io voto per il buttare via tutto! (O, come più giustamente tu dici, donare alla Caritas et similia...)
    Penso sia la cosa migliore da fare.
    Perdonami se sono così terra-terra, ma il "passatempo" di provare vecchi vestiti mi sembra decisamente un qualcosa che rinfocola la malattia... Ergo, in una prospettiva di cercare di allontanarti il più possibile da un punto di vista malato (a meno che tu non riesca a infilare tutti i tuoi vecchi vestiti in uno scatolone che poi sigilli e nascondi nella tua cantina, giusto perchè ti dispiace separati dalle tue cose), mi sembra che allontanare qui vesiti buttandoli o donandoli, sia una cosa che non possa farti che bene.
    Poi, certo, questa è solo la mia mera opinione, naturalmente sei padrona della tua vita (e del tuo guardaroba!) e dunque liberissima di fare tutto quel che ti pare, altro ci mancherebbe!...
    Personalmente, i vestiti non poteri conservarli neanche se volessi: lo shopping obbligato che faccio è al mercato, perchè la roba costa veramente poco (mi devo mantenere da sola, quindi non è che mi possa permettere tutta 'sta roba di marca...)... solo che, ovviamente, dura anche veramente poco... e così, ho questi capi d'abbigliamento che durano quei 2 - 3 anni, e che poi son veramente finiti, e che dunque necessariamente devo buttare e sostituire con qualcos'altro...
    Un abbraccio...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sapevo che tu saresti stata per il partito del buttare via tutto :) e infatti ho deciso che cercherò di liberarmi almeno delle cose più assurde, come i vestiti che compravo nei reparti per bambino. E poi vorrei buttare le cose che mi vanno larghe, per non avere nulla da mettere se dovessi ringrassare. E poi principalmente vorrei smettere di continuare a riprovarmi tutto ossessivamente quindi credo che dividerò le cose per taglie e le metterò in degli scatoloni in fondo all'armadio. Una separazione graduale!
      Un bacio!
      P.S. Comunque i miei vestiti sono immortali, anche quelli che compro al mercato, non so come mai!

      Elimina
  11. Quando ho consolidato i 52 kg circa, ho preso tutte le cose larghissime taglia L-48 che avevo e le ho divise tra spazzatura e caritas.
    Infatti ora non ho nulla da mettere -.- ma vabbè..
    Brava cara, stai andando benissimo! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io mi sbarazzo molto prima delle cose larghe così da sapere che se dovessi tornare grassa non avrei comunque nulla da mettere. Avevo eliminato tutte le 46 regalandole a mia zia ma avevo un po' di vestiti taglia 44 che mi sono serviti negli ultimi mesi, a breve spero di poter eliminare anche quelli!

      Elimina
  12. Le tue parole mi fanno pensare alle creature del mare, che a cadenza stabilita dalla natura, debbono abbandonare la propria conchiglia per adottarne una nuova, più confacente alle esigenze del proprio corpo.
    Così dobbiamo fare anche noi, e non solo per gli indumenti...
    Prova a pensarci: hai l'opportunità - non facile, non priva di ombre, a tratti persino fastidiosa, lo riconosco - di abbandonare il guscio della malattia, dei numeri, dell'ossessione.
    E a differenza delle creature marine, non sei neppure costretta a cercarne di nuovi.

    RispondiElimina
  13. Anch'io ho l'armadio pieno di vestiti che ora non mi vanno piu'. Mi mettono una tristezza assurda, mi fanno arrabbiare con me stessa per aver preso tutti questi kg.

    RispondiElimina